Tecnologia e identità - Daniele Parenti su Open Campus

29.10.06, 10:13:02 von NoiMedia
Questa è la relazione di Daniele Parenti sul progetto Open Campus, alla tavola rotonda "Tecnologia e identità", tenutasi a Ticino Informatica il 24 ottobre 2006. Daniele Parenti dirige la Sezione della formazione continua della Scuola Superiore di Informatica di Gestione (SSIG, Bellinzona).
NB editing È stata tagliata l'ultima parte della relazione, un estratto di una videoconferenza con gli studenti, purtroppo reso penoso e quasi incomprensibile dalla ri-registrazione audio esterna.
NB player: Con il player sotto, la puntata si sente in accelerato. Si sente invece - e si scarica - normalmente con il link per il download.
Altri interventi alla alla tavola rotonda "Tecnologia e identità" in questo podcast:

Giorgio Comi: Introduzione
Fabio Merlini: Tecnologia e società.

Download MP3 (3 MB)

Tecnologia e identità - Introduzione di Giorgio Comi

29.10.06, 09:18:21 von NoiMedia

Questa è l'introduzione di Giorgio Comi, responsabile nazionale del Settore delle Tecnologie dell'Informazione e della Comunicazione dell'Istituto Svizzero di Pedagogia per la Formazione Professionale (ISPFP/SIBP), alla tavola rotonda "Tecnologia e identità. Sguardi multidisciplinari sull'e-learning", tenutasi il 24 ottobre 2006 a Lugano durante Ticino Informatica.
Il testo di Edgar Morin citato da Giorgio Comi si trova nel capitolo Les Principes d'une connaissance pertinente di Les sept savoirs nécessaires à l'éducation du futur (1999). Paris, UNESCO.
La tavola rotonda era organizzata dalla Scuola Superiore di Informatica di Gestione (SSIG) di Bellinzona e dalla sezione di lingua italiana e romancia dell'ISPFP (Lugano), in collaborazione con il Centre de Recherche et d'Appui pour la Formation et ses Technologies (CRAFT) dell'Ecole Polytechnique Fédérale de Lausanne (EPFL).

NB editing: In altre puntate sono presentati anche l'intervento di Daniele Parenti (SSIG) e quello di Fabio Merlini (ISPFP-Lugano). La scelta di presentare questi tre interventi separatamente è stata imposta purtroppo dal fatto che non erano proponibile in un podcast audio quello di Pierre Dillenbourg (CRAFT), fatto in videoconferenza, perché la registrazione audio esterna di una videoconferenza è troppo deformante (1), né quello di Alberto Cattaneo (ISPFP - Lugano), dove l'uso di documenti visivi era indispensabile alla comprensione. Presentare gli altri 3 interventi in un unica puntata senza intervenire nell'audio per indicare i tagli sarebbe stato disonesto. Indicargli nell'audio avrebbe invece prodotto in una puntata troppo pesante.

(1) Per lo stesso motivo, ho dovuto tagliare la parte finale della relazione di Daniele Parenti (SSIG), dove egli presentava una videoconferenza con i suoi studenti.

NB player: Con il player sotto, la puntata si sente in accelerato. Si sente invece - e si scarica - normalmente con il link per il download.

Altri interventi alla tavola rotonda "Tecnologia e identità" in questo podcast:
Daniele Parenti: Open Campus.
Fabio Merlini: Tecnologia e società.

Tag Technorati
Tecnologia e identità.
Giorgio Comi, Daniele Parenti, Fabio Merlini, Pierre Dillenbourg, Alberto Cattaneo, Edgar Morin.
connaissance pertinente, formazione, Tecnologia, identità. CRAFT, EPFL, ISPFP, SSIG.
Ticino Informatica, Lugano.



Download MP3 (2,4 MB)

Technorati claim

23.10.06, 23:34:16 von NoiMedia
Technorati Profile

Radiotelevisione come servizio pubblico - archivio RTSI

20.10.06, 09:27:57 von NoiMedia
La volta scorsa, la Dr. Hungerbühler ci ha presentato il convegno Heard-Seen che si terrà all'USI i 27-8 ottobre.
Questa volta torniamo su questo convegno il Dr. Theo Mäusli, sulla radiotelevisione come servizio pubblico, e sull'archivio audiovisivo della RTSI.
Buon ascolto!
NB Con il player sotto, la registrazione si sente in accelerato. Però cliccando sul file per il download, si sente normalmente.

Download MP3 (2,6 MB)

Noi Media: Convegno Heard-Seen a Lugano, 27-8.10.06

17.10.06, 02:44:12 von NoiMedia
Benvenuti a Noi Media! Questo primo post con audio di questo podcast è dedicato al convegno:

...Visto e sentito: il patrimonio audiovisivo e le scienze del 27/28 ottobre 2006 presso l'Università di Lugano insieme a ricercatori ed esperti del settore provenienti da paesi diversi intende discutere le seguenti domande:

* Quali opportunità e quali rischi comporta la digitalizzazione per la conservazione del patrimonio culturale audiovisivo?
* Attraverso quali procedure è possibile stabilire una lista di criteri per l'archiviazione dei documenti audiovisivi che possa incontrare gli interessi tanto dei gestori quanto degli utenti?
* Quali criteri andrebbero addottati?
* Quali potrebbero essere le modalità di accesso ai documenti?
* Come andrebbero applicate nella pratica?
* Come andrebbero organizzati l'archiviazione e l'accesso a manoscritti, indicazioni per la regia e altri documenti correlati?


(Dalla presentazione del convegno)

Ce ne parla la Dr. Ruth Hungerbühler, docente di Comunicazione radiofonica all'Istituto Media e Giornalismo dell'Università della Svizzera Italiana.

NB La musica dell'inizio è tratta da Hipdahop di Simon Mahler, scaricabile per uso non commerciale dalla pagina songs del suo sito fotone. Hipdahop è anche utilizzata nel video Trusted Computing, che esiste in inglese e in italiano.

mp3 a 112kb/s (ca 6 Mb) di questa puntata - quello ascoltabile/scaricabile sotto questo testo è invece a 48 kb/s (ca 2.2 Mb)

Download MP3 (2,2 MB)

Benvenuti a Noi Media! Un cordiale grazie a Andy Carvin e agli amici di DDN

16.10.06, 22:20:02 von NoiMedia
"Un tempo, per comunicare le tue idee, se non eri un professionista dei media, il solo modo era di spogliarti nudo durante una parita di calcio ripresa in televisione", ha detto Andy Carvin in una conferenza data il 10 aprile 2006 alla CISOA (Chief Information Systems Officers Association).

La potete riascoltare/scaricare dal post Podcast of My CISOA Presentation sul suo blog.

Per fortuna, aggiunge Carvin, le cose sono cambiate - prima con la nascita dell'internet, poi del web. Però bisognava avere competenze tecniche e grafiche per mantenere una pagina web. E ci voleva spazio a pagamento su un server.

Invece con l'arrivo dei blog, dei podcast, dei wiki e di siti come Flickr.com per condividere foto, o di You Tube per condividere video, è iniziata una rivoluzione: adesso, i mezzi di pubblicazione sono alla portata di tutti... insomma di tutti coloro che hanno accesso a una connessione, di preferenza propria e veloce. E in più saranno ad avere questo accesso, più peggiorerà la situazione di coloro che non ce l'hanno, aggiunge Carvin.

Questo podcast mira a segnalare le cose entusiasmanti che avvengono in questo nuovo mondo dove noi abbiamo davvero i mezzi per "diventare i media", però senza dimenticare né chi da questi mezzi è tuttora escluso, né che per fare informazione, i mezzi sono certo indispensabili, però non sono tutto.

Questo podcast non esisterebbe senza Andy Carvin e gli altri fautori/esploratori dell'uso della tecnologia per migliorare la vita di tutti che ho conosciuto nel progetto Digital Divide Network (DDN). Sono troppo numerosi per ringraziarli tutti qui, però a loro saranno dedicati altri post. Grazie a tutti!

<< vorherige Seite ::